_SDF-WEB

LA SCHEDA

Italia, 2014, 64’
Sceneggiatura e montaggio
Leandro Picarella e Giovanni Rosa
Fotografia
Andrea José Di Pasquale
Musica
Antartica, Massimo Volume
Suono
Leandro Picarella, Giovanni Rosa
Produzione e distribuzione
Centro Sperimentale di Cinematografia
Scuola Nazionale di Cinema
Sede Sicilia
Cantieri Culturali alla Zisa, pad. n. 6
via Paolo Gili, 4 – 90138 Palermo, Italia
palermo@fondazionecsc.it
www.fondazionecsc.it
In collaborazione con
Regione Sicilia,
Sicilia Film Commision, MiBACT,
DPS, Sensi Contemporanei,
Comune di Palermo,
Cantieri Culturali della Zisa
e Labirinto Visivo
Contatti
CENTRO SPERIMENTALE
DI CINEMATOGRAFIA
via Tuscolana, 1524 – 00173 Roma – Italia
tel. 06.722941   fax 0257766.880
cscproduction@cscproduction.it;
SCUOLA NAZIONALE DI CINEMA
CORSO DI DOCUMENTARIO
Cantieri Culturali alla Zisa, pad. n. 6
via Paolo Gili, 4 – 90138 Palermo – Italia tel. 091.7099107
palermo@fondazionecsc.it

Dio delle Zecche. Storia di Danilo Dolci in Sicilia
Leandro Picarella e Giovanni Rosa

La figura, la storia, le opere di Danilo Dolci attraverso il viaggio che il figlio più giovane, En, percorre dalla Svezia, paese in cui è cresciuto, fino in Sicilia. Un viaggio per luoghi e persone, ma soprattutto un viaggio attraverso il tempo, alla ricerca della memoria perduta di un intero paese. Una memoria fatta di lotte, di digiuni, di scioperi alla rovescia, di marce per la pace. Una memoria non violenta.

«Dio delle zecche è un documentario che racconta la figura, la storia, le opere di Danilo Dolci attraverso il viaggio che il figlio più giovane En percorre dalla Svezia, paese in cui è cresciuto, fino a Trappeto. Un viaggio per luoghi e persone, ma soprattutto un viaggio attraverso il tempo, alla ricerca della memoria perduta di un intero paese. Una memoria fatta di lotte, di scioperi alla rovescia, di marce per la pace. Una memoria non violenta. Danilo Dolci è uno dei personaggi più poliedrici della seconda metà del Novecento italiano. La sua storia è profondamente legata a quella della Sicilia del secolo scorso e alla nascita del movimento non violento in Italia. In un’epoca di grandi trasformazioni sociali ed economiche, Dolci si è fatto promotore di un nuovo modo di pensare e agire, rivoluzionario per i suoi tempi. In un piccolo borgo come Trappeto, dove il banditismo appariva come il rimedio naturale all’impossibilità di trovare delle vie legali ai problemi della popolazione, Dolci, dagli anni Cinquanta in poi, intraprende una serie di azioni volte a costruire tra gli individui il senso della comunità e della giustizia sociale». [Leandro Picarella e Giovanni Rosa]

LeandroPicarellaLeandro Picarella, (1984, Agrigento), dopo la maturità studia Musicologia presso l’Università di Palermo. Laureatosi nel 2006, si trasferisce a Firenze dove prosegue gli studi in produzione teatrale e in letteratura teatrale italiana. Parallelamente, frequenta la scuola di cinema “Immagina”, con la quale realizza il suo primo cortometraggio Cattedrale. Nel 2010 pubblica Mai Lontano dall’istante (LietoColle). Nel 2012 realizza Gyruss, a ciascuno il proprio Bach, e il musik-film Ritirata Notturna. Con il corto Scolpire il tempo (CSC) ha partecipato al 66° Festival di Locarno.

GiovanniRosaGiovanni Rosa, (1984, Potenza), dopo la laurea in Storia, nel 2009 segue uno stage presso l’Istituto Luce – Cinecittà. I suoi interessi spaziano dal cinema documentario al mondo dell’associazionismo dove si occupa di progettazione culturale e dell’organizzazione di manifestazioni artistiche. Nel 2014 ha realizzato il corto Ciuri ca’ curri.

GUARDA IL TRAILER

I FILM IN CONCORSO – PHOTO GALLERY
Scorri cliccando sulla frecce e clicca per visualizzare le foto in una lightbox…

FacebookTwitterEmailCondividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato I campi obbligatori sono marcati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

cancella contenuto del formInvia