Malvasia videocontest
Isolani sì, isolati no!

Provare a narrare il proprio modo di vivere le isole. Un concorso dedicato a chi è nato o risiede in una delle isole minori italiane.

Il SalinaDocFest, in collaborazione con Tasca d’Almerita, che da sempre a fianco del nostro Festival, e Mosaicoon , lancia il primo “Malvasia contest”.

MalvasiaContest-feats02

Dall’isola di Salina (Eolie) è partito il “MalvasiaContest”, il primo video contest interamente dedicato alle isole minori di tutta Italia: 69 perle naturali incastonate fra acqua e cielo, lungo le coste e i laghi del nostro paese. Luoghi dell’immaginario per eccellenza, che ci parlano di avventura, sogno, mistero e bellezza. Il concorso è aperto a tutti i giovani nati o residenti delle isole minori italiane, e prevede la realizzazione di un video – durata massima di 3 minuti – capace di sintetizzare in una breve storia il concept “Isolani sì, isolati no!”: un appello per la difesa di un territorio di immenso valore, e per la tutela dei diritti degli uomini e delle donne che lo abitano. Per raccontare al mondo che, come dice il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini: «essere isola non deve essere una disgrazia ma un privilegio».

Il “Malvasia Contest” è realizzato con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Comuni delle Isole Minori (ANCIM), e la collaborazione di Mosaicoon – agenzia specializzata in campagne di comunicazione sul Web, premio nazionale dell’innovazione nel 2013 e migliore start-up italiana nel 2012 – e Tasca d’Almerita.

«Giovanna mi ha raccontato che il SalinaDocFest aveva un target giovane ma non giovanissimo e che i ragazzi ci venivano più per la musica che per i contenuti dei doc. In realtà oggi la comunicazione è molto più rapida di prima e quindi abbiamo pensato ai Viral ed ai giovani moviemaker! Con il digitale a basso costo si possono creare contenuti forti. E quindi avere i giovani come protagonisti» [Alberto Tasca d’Almerita].

«Il documentario è una scarica elettrica capace di scuotere la realtà e le coscienze. Il nostro festival vuole essere un’antenna sempre attiva, e sempre a caccia di segnali. Prima di tutto quelli che ci manda il Mediterraneo, a cui è dedicata la manifestazione sin dalla prima edizione. Gli arcipelaghi del nostro mare costituiscono un patrimonio paesaggistico e culturale infinito. Carico di storia e di storie. Un mondo tutto da raccontare» [Giovanna Taviani]

FacebookTwitterEmailCondividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato I campi obbligatori sono marcati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

cancella contenuto del formInvia