Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Martedì 17 gennaio (ore 21.00) al cinema Farnese Persol di Roma serata evento per “Magic Island” di Marco Amenta alla presenza di Giovanna Taviani direttrice del SalinaDocFest, che lo scorso anno ha assegnato al film il Premio Irritec Sicilia.Doc SDF 2016.

La proiezione di “Magic Island” prevista per le 21.00 sarà introdotta dal giornalista e scrittore Gaetano Savatteri. Alla serata parteciperanno oltre al regista Marco Amenta, Giovanna Taviani, Beppe Fiorello testimonial del SalinaDoc.Fest, la giornalista Maria Cuffaro – membro della giuria SDF che ha premiato il film – Giulia Giuffrè, responsabile marketing di Irritec SpA, e la produttrice Simonetta Amenta insieme a molti altri.
Magic Island, appena uscito nelle sale, è il nuovo documentario road movie di Marco Amenta. Prodotto dalla Eurofilm di Simonetta Amenta con la Sicilia Film Commission, Mediterranea Film Paris e la Region Ile de France. Si tratta del viaggio intenso e toccante di Andrea, figlio dell’attore italo-americano Vincent Schiavelli, uno tra i più celebri caratteristi del cinema americano, di origini siciliane che ha recitato in oltre 150 film.
Noto per i suoi numerosi e spesso acclamati ruoli tra cui il fantasma della metropolitana in “Ghost” e “Qualcuno volò sul nido del cuculo”. Nel 1997 la rivista Vanity Fair lo ha indicato come uno dei caratteristi più importanti del cinema statunitense. Nel doc Andrea, che è un giovane musicista, da New York torna in Sicilia, nel piccolo paese paterno tra le montagne dell’isola, per riscuotere i soldi che suo padre gli ha lasciato in eredità. Subito il viaggio si rivela un percorso intimo alla ricerca del rapporto col padre scomparso e del senso ultimo della vita. Un viaggio scandito dalla musica di Andrea fra timbri newyorkesi e ancestrali canti siciliani.
Magic Island arriva nelle sale dopo aver vinto il premio Irritec Sicilia Doc al Salina Doc Fest e dopo il successo al festival Hot Docs International di Toronto. Il doc è stato, inoltre, presentato in concorso nella sezione Italia Doc al Bellaria film festival.