PROGRAMMA 2019

Si terrà dall’11 al 14 settembre la XIII edizione del SalinaDocFest, il Festival del Documentario narrativo, fondato e diretto da Giovanna Taviani e, da quest’anno, condiretto da Mario Incudine.

L’edizione 2019 del SDF ha come tema e filo conduttore le  (R)ESISTENZE, cioè le esistenze, le vite e le storie che resistono all’omologazione culturale, alle violazioni dei diritti umani, alla devastazione ambientale.

Il resistere – trovare visibilità nelle sale sempre più attratte dal cinema commerciale e d’intrattenimento – è, assieme al narrare, la missione del cinema documentario del quale il SDF è dal 2006 uno degli avamposti nazionali e internazionali.

Anche quest’anno sette film (la selezione sarà completata entro il mese di luglio) parteciperanno al Concorso internazionale per l’assegnazione del primo premio, il prestigioso Tasca d’Oro.

In questo spazio inseriremo gli “stati d’avanzamento” del programma di cui via via daremo notizia nel nostro sito completamente rinnovato, fino alla pubblicazione nel mese di agosto del programma definitivo.

Primo ospite confermato, il regista Claudio Giovannesi che, per la sezione “Sguardi di cinema-SIAE”, presenterà il suo ultimo film La paranza dei bambini, tratto dal romanzo di Roberto Saviano.

Claudio Giovannesi sarà anche membro della Giuria del Concorso internazionale che assegnerà il Premio Tasca d’Oro. Affianco a lui siamo onorati di avere in giuria il regista francese Nicolas Philibert, autore, tra i tanti lavori, di Essere e avere, film su una scuola rurale francese, che fu presentato a Cannes nel 2002 e che fu anche premiato ai César. Completa la terna il fotografo Francesco Zizola, pluripremiato fotografo, autore, tra l’altro, dell’immagine di copertina di questa nuova edizione del Festival.

Una delle altre novità di quest’anno è la Giuria Wif, l’Associazione “Women in Film, TV & Media”, che premierà l documentario che più di tutti ha contribuito a una riflessione sulla condizione femminile nel cinema.

Giurate sono la produttrice Kissy Dugan, l’attrice Valentina Carnelutti e la regista Antonietta De Lillo

Inoltre – dopo il successo dello scorso anno dei cunti siciliani nelle strade di Malfa – l’allestimento a opera di Mario Incudine di un “racconto paese” che coinvolgerà, in un’opera corale, la gente di Salina; l’istituzione della sezione “Cinema e Storia” – (R)esistenze nel/del cinema, curata dallo storico Ermanno Taviani (Università degli Studi di Catania), con il Patrocinio del CIDI (Centro Iniziativa Democratica Insegnanti) di Palermo.

Ma ancora molte cose succederanno. E non tarderemo a segnalarvele!

Bando di concorso

Chi siamo