Salina-Foto-di-Melo-Franchina

(R)ESISTENZE, il tema della scorsa edizione del SalinaDocFest è senza dubbio più che attuale oggi, in un momento di inedita tragicità degna di una sceneggiatura hollywoodiana.

Tutto ciò non è finzione, ma mondo reale. E noi del cinema del reale, del documentario che riporta storie vere e senza finzione, non possiamo che essere in prima linea nel rispetto delle disposizioni ed allo stesso tempo abbiamo il dovere di intravedere la luce e (R)esistere, insieme ai nostri storici partner eoliani e non.

Perché dare speranza, osservando scrupolosamente le disposizioni a tutela della salute pubblica, è un dovere. E non serve incontrarsi, stringersi ed abbracciarsi per ragionare sulla necessità di dare speranza, soprattutto ai “GIOVANI” questi ultimi tema della prossima edizione di settembre del SalinaDocFest.

Per tale ragione, noi che ci sentiamo comunità, stiamo continuando a lavorare, incrementando studio, lettura di libri sul “Tempo Ritrovato” e visione di film, senza mai fermarci.

Riteniamo infatti che questo momento di apparente stasi, è una opportunità per tutti di fiducia sul ritorno dei turisti alle Eolie e nella nostra Isola.

Per questo la “comunità del SalinaDocFest 2020” aderisce con forza e convinzione all’appello delle Isole Eolie per un richiamo del turismo e l’edizione di settembre sarà un momento esplosivo di RITROVATA COMUNITÀ, per rilanciare il turismo estivo a emergenza finita.